Skip to content

I 5 modi principali per risolvere OneDrive non si apre all’avvio in Windows 11

22 de Dicembre de 2022

OneDrive è un’opzione popolare tra gli utenti Windows per archiviare i dati nel cloud e condividerli su più dispositivi. Se ti affidi a OneDrive per eseguire il backup e sincronizzare i tuoi dati, può essere frustrante quando l’app non si apre automaticamente all’avvio.

Fortunatamente, è possibile risolvere questo fastidioso problema. In questo post, condivideremo alcuni suggerimenti efficaci per la risoluzione dei problemi che dovrebbero causare l’apertura automatica di OneDrive all’avvio di Windows. Quindi iniziamo.

1. Controlla le impostazioni di avvio di OneDrive

Puoi configurare il comportamento di avvio di OneDrive in Windows accedendo alle sue impostazioni nell’app. Per questo, dovrai assicurarti che l’opzione di avvio per OneDrive sia abilitata. Ecco come verificarlo.

Passo 1: Fare clic sul pulsante Mostra icone nascoste (freccia su) sulla barra delle applicazioni.

Passo 2: Fare clic sull’icona OneDrive all’interno della barra delle applicazioni.

Passaggio 3: Fai clic sull’icona a forma di ingranaggio e seleziona Impostazioni dal menu risultante.

Passaggio 4: Nella finestra Microsoft OneDrive, passa alla scheda Impostazioni. In Generale, seleziona la casella “Avvia OneDrive automaticamente quando accedo a Windows”.

Quindi fare clic su OK per salvare le modifiche.

Successivamente, OneDrive verrà avviato ogni volta che accedi a Windows.

2. Abilita OneDrive come app di avvio

Windows 11 offre diverse opzioni per l’esecuzione di app all’avvio. Pertanto, se OneDrive non si avvia ogni volta che si avvia Windows, puoi abilitarlo come app di avvio seguendo i passaggi seguenti.

Passo 1: Apri il menu Start e fai clic sull’icona a forma di ingranaggio per avviare l’app Impostazioni.

Passo 2: Vai alla scheda Applicazioni e fai clic su Avvia.

Passaggio 3: Individua Microsoft OneDrive nell’elenco e abilita l’interruttore accanto ad esso.

Riavvia il PC per verificare se OneDrive si apre automaticamente dopo l’avvio di Windows.

3. Controllare la politica di gruppo

L’Editor criteri di gruppo in Windows ti consente di apportare varie modifiche a livello amministrativo al tuo sistema. Tra le varie opzioni, un criterio dedicato impedisce a OneDrive di funzionare su Windows. Devi assicurarti che questo particolare criterio non sia attivo in modo che OneDrive possa essere avviato all’avvio.

È importante notare che l’Editor criteri di gruppo è disponibile solo nelle edizioni Windows 11 Pro, Enterprise ed Education. Quindi, se stai utilizzando l’edizione Home di Windows 11, questo metodo non funzionerà per te.

Passo 1: Premi il tasto Windows + R per aprire la finestra di dialogo Esegui. Digita gpedit.msc e premi Invio.

Passo 2: Selezionare Sì quando viene visualizzato il prompt Controllo dell’account utente (UAC).

Passaggio 3: Nella finestra Editor Criteri di gruppo locali, utilizzare il riquadro a sinistra per accedere alla seguente cartella:

Computer ConfigurationAdministrative TemplatesWindows ComponentsOneDrive

Passaggio 4: Fai doppio clic sul criterio “Impedisci l’utilizzo di OneDrive per l’archiviazione file” a destra.

Passaggio 5: Selezionare l’opzione Disabilitato o Non configurato. Quindi premere Applica seguito da OK.

Riavvia il PC per applicare le modifiche.

4. Modificare i file di registro

Quando imposti l’esecuzione di un’applicazione all’avvio, Windows crea una voce di registro. Se un recente aggiornamento di Windows o una modifica del sistema ha modificato tale voce, OneDrive potrebbe non avviarsi all’avvio. Ecco cosa puoi fare per risolverlo.

Giusto avvertimento. La manipolazione dei file di registro senza conoscenza è estremamente rischiosa. Pertanto, dovresti utilizzare questo metodo solo dopo aver eseguito il backup di tutti i file di registro o aver creato un punto di ripristino.

Passo 1: Fare clic sull’icona di ricerca di Windows sulla barra delle applicazioni, digitare l’editor del registro e selezionare “Esegui come amministratore” per ottenere l’output dell’editor del registro.

Passo 2: Selezionare Sì quando viene visualizzato il prompt Controllo dell’account utente (UAC).

Passaggio 3: Nella finestra dell’Editor del Registro di sistema, incolla il seguente percorso nella barra degli indirizzi in alto e premi Invio. Questo ti porterà al tasto Esegui:

HKEY_CURRENT_USERSoftwareMicrosoftWindowsCurrentVersionRun

Passaggio 4: All’interno della chiave Esegui, cerca un valore stringa chiamato OneDrive. Se non riesci a trovarlo, fai clic con il pulsante destro del mouse su un punto vuoto nel riquadro di destra, vai su Nuovo e seleziona Valore stringa. Chiamalo OneDrive.

Passaggio 5: Fare doppio clic sul valore della stringa OneDrive. Incolla il seguente percorso nel campo Dati valore e fai clic su OK.

“C:Program FilesMicrosoft OneDriveOneDrive.exe” /background

Riavvia il PC per applicare queste modifiche. Successivamente, OneDrive verrà eseguito all’avvio.

5. Ripristina OneDrive

Infine, se nessuna delle soluzioni di cui sopra funziona, potrebbe esserci un problema con OneDrive. Puoi provare a resettarlo per vedere se funziona.

Passo 1: Apri il menu Start, digita OneDrive e fai clic su Apri percorso file.

Passo 2: Nella finestra Esplora file, fai clic con il pulsante destro del mouse sull’app OneDrive e seleziona Copia come percorso.

Passaggio 3: Premi il tasto Windows + R per aprire la finestra di dialogo Esegui.

Passaggio 4: Nel campo Apri, incolla il percorso del file eseguibile di OneDrive, seguito da /reset e premi OK.

L’icona di OneDrive scomparirà dalla barra delle applicazioni per alcuni istanti prima di riapparire. Imposta OneDrive per l’esecuzione all’avvio andando alle sue impostazioni e verifica se il problema persiste.

quello di cui hai bisogno

Tali problemi non dovrebbero costringerti ad aprire sempre manualmente l’app OneDrive. Si spera che una delle soluzioni sopra menzionate ti abbia aiutato e che le cose siano tornate alla normalità. Come sempre, facci sapere quale ha funzionato per te nei commenti qui sotto.