Skip to content

I 6 modi principali per correggere l’opzione di autorizzazioni per le app in background mancanti in Windows 11

27 de Ottobre de 2022

Windows 11 ti consente di gestire le autorizzazioni delle app in background per ciascuna app individualmente. Pertanto, puoi specificare quali app possono utilizzare le risorse di sistema per rimanere attive in background. Ovviamente, avranno bisogno delle autorizzazioni appropriate per eseguire lo sfondo per ottenere nuovi dati e aggiornamenti. Ma cosa succede se l’opzione delle autorizzazioni dell’app in background scompare dall’app Impostazioni?

Ci possono essere vari motivi dietro questo. In questo articolo, condivideremo alcuni suggerimenti per la risoluzione dei problemi che puoi provare se l’opzione delle autorizzazioni dell’app in background non è presente sul tuo computer Windows 11. Quindi, entriamo subito in esso.

1. Imposta le autorizzazioni dell’app in background tramite le impostazioni della batteria (per laptop)

Puoi gestire le autorizzazioni delle app in background in diversi modi in Windows 11. Quindi, se il solito metodo non funziona, puoi accedere alle autorizzazioni delle app in background tramite le impostazioni di alimentazione e batteria in Windows. . È così che.

Passo 1: Premi il tasto Windows + I per aprire l’app Impostazioni. Seleziona la scheda Sistema nella colonna di sinistra e fai clic su Alimentazione e batteria nel riquadro di destra.

Passo 2: Fare clic su Utilizzo batteria per espanderlo.

Passaggio 3: Trova l’app per cui desideri modificare le autorizzazioni in background. Tocca l’icona del menu a tre punti accanto ad essa e seleziona Gestisci attività in background.

Passaggio 4: Utilizza il menu a discesa per gestire le autorizzazioni in background per l’app.

2. Usa Task Manager (per app desktop)

È importante notare che Windows 11 fornisce solo l’opzione di autorizzazione delle app in background per le app di Windows Store. Pertanto, non vedrai questa opzione per le applicazioni desktop tradizionali. È possibile utilizzare Task Manager per abilitare o disabilitare il programma come applicazione di avvio. È così che.

Passo 1: Premi Ctrl + Maiusc + Esc per aprire Task Manager. Passa alla scheda Applicazioni di avvio e individua il tuo programma desktop nell’elenco.

Passo 2: È possibile abilitare il programma come applicazione di avvio, che gli consente di avviarsi automaticamente all’avvio del computer. L’app continuerà a essere eseguita in background fino a quando non la chiudi. In alternativa, la disabilitazione del programma ne impedirà l’esecuzione all’avvio.

3. Abilita le autorizzazioni dell’app in background da Criteri di gruppo

Un altro motivo per cui potresti non visualizzare l’opzione delle autorizzazioni dell’app in background è se la funzione è disabilitata da Criteri di gruppo. È possibile abilitare la funzionalità utilizzando l’Editor criteri di gruppo.

Editor criteri di gruppo è disponibile solo per le edizioni di Windows 11 Professional, Enterprise e Education. Se il tuo computer esegue Windows Home Edition, dovrai utilizzare l’Editor del Registro di sistema e passare al metodo successivo.

Passo 1: Premi il tasto Windows + R per aprire la finestra di dialogo Esegui. Digita gpedit.msc e premi Invio.

Passo 2: Nella finestra Criteri di gruppo, utilizzare il riquadro sinistro per passare alla cartella seguente.

Computer ConfigurationAdministrative TemplatesWindows ComponentsApp Privacy

Passaggio 3: Fare doppio clic sul criterio “Consenti l’esecuzione delle app di Windows in background” nel riquadro di destra.

Passaggio 4: Seleziona Abilitato e usa il menu a discesa in Opzioni per selezionare “L’utente ha il controllo”. Quindi premere Applica seguito da OK.

Riavvia il PC e verifica se riesci a trovare l’opzione per le autorizzazioni dell’app in background nell’app Impostazioni.

4. Abilita le autorizzazioni delle app in background dall’editor del registro

Se non hai accesso all’Editor criteri di gruppo, puoi ripristinare l’opzione delle autorizzazioni dell’app in background mancante utilizzando l’hacking del registro di seguito.

Poiché l’editor del registro contiene impostazioni importanti per Windows, è sempre una buona idea eseguire il backup di tutti i file del registro o creare un punto di ripristino prima di procedere.

Passo 1: Fare clic sull’icona di ricerca sulla barra delle applicazioni, digitare editor del registro e selezionare Esegui come amministratore.

Passo 2: Usa la barra degli indirizzi in alto per navigare velocemente fino al seguente tasto:

ComputerHKEY_LOCAL_MACHINESOFTWAREPoliciesMicrosoftWindows

Passaggio 3: Cerca una sottochiave chiamata AppPrivacy all’interno della cartella Chiavi di Windows. Se tale chiave non esiste, fare clic con il pulsante destro del mouse sulla chiave di Windows, scegliere Nuovo e selezionare Chiave. Chiamalo AppPrivacy.

Passaggio 4: All’interno della chiave AppPrivacy, fai clic con il pulsante destro del mouse in un punto qualsiasi dello spazio vuoto, vai su Nuovo e seleziona Valore DWORD (32 bit). Chiamalo LetAppsRunInBackground.

Passaggio 5: Fare doppio clic sulla chiave appena creata e cambiarne il valore in 0. Quindi fare clic su OK.

Riavvia il PC e dovresti vedere l’opzione delle autorizzazioni dell’app in background nell’app Impostazioni.

5. Eseguire scansioni SFC e DISM

Anche i file di sistema danneggiati sul PC possono causare tali anomalie. È possibile eseguire la scansione SFC (System File Checker) sul PC per scansionare e riparare eventuali file di sistema danneggiati o mancanti.

Passo 1: Fare clic con il pulsante destro del mouse sull’icona Start e selezionare Terminale (amministratore) dall’elenco.

Passo 2: Nella console, digita il seguente comando e premi Invio.

SFC /scannow

Attendi il completamento del processo e verifica se la scansione SFC ha risolto eventuali problemi. Successivamente, esegui la scansione DISM (Deployment Image Servicing and Management) eseguendo singolarmente i seguenti comandi e premendo Invio dopo ciascuno:

DISM /Online /Cleanup-Image /CheckHealth
DISM /Online /Cleanup-Image /ScanHealth
DISM /Online /Cleanup-Image /RestoreHealth

DISM può connettersi a Windows Update Online per scaricare i file mancanti, se necessario. Una volta completata la scansione, riavvia il PC e verifica se il problema esiste.

6. Ripara o ripristina l’app Impostazioni

I problemi con l’app Impostazioni di Windows 11 possono anche causare la scomparsa dell’opzione delle autorizzazioni dell’app in background. Se questo sembra essere il caso, puoi riparare le tue impostazioni seguendo i passaggi seguenti.

Passo 1: Apri il menu di ricerca, digita le impostazioni e seleziona l’opzione Impostazioni app.

Passo 2: Scorri verso il basso fino alla sezione Ripristina e fai clic sul pulsante Ripara.

Se il problema persiste dopo aver riparato l’app, puoi provare a ripristinare l’app Impostazioni dallo stesso menu. Successivamente, dovresti vedere l’opzione delle autorizzazioni dell’app in background come prima.

Gestisci le attività dell’app in background

La regolazione delle autorizzazioni in background per le app ti consente di gestire le risorse di sistema in modo efficace. Si spera che una delle correzioni di cui sopra ti abbia aiutato a recuperare l’opzione di autorizzazione dell’app in background mancante e hai il controllo.