Skip to content

I 5 modi migliori per correggere l’errore “Protezione risorse di Windows ha trovato file corrotti” in Windows 11

23 de Marzo de 2022

Windows 11 può essere fastidioso a volte. Che si tratti delle app che si rifiutano di aprirsi o dello strumento di ricerca che non funziona correttamente, gli errori casuali in Windows possono spesso coglierti alla sprovvista. Fortunatamente, strumenti di risoluzione dei problemi come System File Checker (o SFC) Scan possono spesso fare molto per risolvere questi problemi. Ma cosa succede quando la scansione SFC non riesce a riparare i file danneggiati e visualizza il messaggio “La protezione delle risorse di Windows ha rilevato file corrotti ma non è stato in grado di ripararne alcuni”?

Se ti stai chiedendo come correggere questo messaggio di errore, questa guida contiene alcuni suggerimenti per la risoluzione dei problemi per aiutarti. Quindi, diamo un’occhiata a loro.

1. Utilizzare Verifica utilità disco

Uno dei motivi più importanti per cui la scansione SFC potrebbe non riuscire è se alcuni dei file di sistema critici sul PC sono diventati inaccessibili. L’utilità Verifica disco può aiutarti a scansionare l’unità alla ricerca di errori di file e settori danneggiati. Quindi devi iniziare con quello.

Passo 1: Premi il tasto Windows + E per avviare Esplora file in Windows. Fare clic con il pulsante destro del mouse sull’unità principale e selezionare Proprietà.

Passo 2: Nella finestra Proprietà, passa alla scheda Strumenti. Quindi, in Controllo errori, fai clic sul pulsante Verifica.

Passaggio 3: Selezionare Scan Drive per iniziare l’operazione di verifica del disco.

A seconda delle dimensioni dell’unità, questo processo potrebbe richiedere del tempo. Dopo aver eseguito l’utilità del disco di controllo, prova a eseguire la scansione SFC per vedere se è possibile correggere quei file danneggiati ora.

Passo 1: Fare clic con il pulsante destro del mouse sul menu Start e selezionare Terminale Windows (amministratore).

Passo 2: Nella console, digita il comando seguente e premi Invio.

SFC /scannow

2. Eseguire la scansione DISM

Se la scansione SFC non sostituisce i file danneggiati con la loro versione memorizzata nella cache, è possibile eseguire invece una scansione DISM (o Gestione e manutenzione immagini distribuzione). DISM eseguirà una scansione approfondita del PC e, se necessario, scaricherà i file di sistema interni dai server Microsoft. Ovviamente, per funzionare, dovrai essere connesso a Internet.

Passo 1: Premi il tasto Windows + X e seleziona Terminale Windows (amministratore).

Passo 2: Esegui il comando seguente.

DISM /Online /Cleanup-Image /RestoreHealth

Al termine della scansione, provare a eseguire nuovamente la scansione SFC.

3. Prova la modalità provvisoria

Una delle applicazioni o dei servizi in esecuzione in background potrebbe interferire con la scansione SFC e causare tali errori. Puoi provare ad avviare Windows in modalità provvisoria e quindi eseguire Scansione SFC per escluderlo. È così che.

Passo 1: Apri il menu Start e fai clic sull’icona di alimentazione in basso. Quindi tieni premuto il tasto Maiusc e seleziona Riavvia.

Passo 2: Dopo il riavvio del PC, ti verrà chiesto di selezionare un’opzione. Fare clic su Risoluzione dei problemi per continuare.

Passaggio 3: Quindi vai su Opzioni avanzate.

Fase 4: Nella schermata Opzioni avanzate, seleziona Impostazioni di avvio.

Passaggio 5: Quindi, fai clic sul pulsante Riavvia per visitare il menu Impostazioni di avvio.

Passaggio 6: Infine, premi F4 sulla tastiera per riavviare il PC in modalità provvisoria.

Una volta che sei in modalità provvisoria, prova a eseguire la scansione SFC per vedere se è possibile correggere quei file danneggiati ora.

4. Disinstallare gli aggiornamenti di Windows

A volte anche gli aggiornamenti di Windows possono andare storti. Se visualizzi il messaggio “La protezione delle risorse di Windows ha rilevato file corrotti” solo dopo aver installato un aggiornamento di Windows, puoi provare a disinstallare quel particolare aggiornamento per vedere se ciò aiuta.

Passo 1: Premi il tasto Windows + I per avviare l’app Impostazioni. Vai alla scheda Windows Update e fai clic su Cronologia aggiornamenti.

Passo 2: Scorri verso il basso fino alle impostazioni correlate e fai clic sull’opzione Disinstalla aggiornamenti.

Passaggio 3: Seleziona l’aggiornamento installato di recente e fai clic su Disinstalla.

5. Utilizzare il ripristino del sistema

Ripristino configurazione di sistema è un’utile utilità in Windows che esegue il backup dell’intero sistema periodicamente o appena prima di rilevare modifiche importanti. Quindi, se non funziona nulla, puoi utilizzare Ripristino configurazione di sistema per annullare le modifiche apportate di recente al PC e tornare a un punto in cui funzionava correttamente. Continua a leggere per imparare.

Passo 1: Premi il tasto Windows + S per aprire la finestra Cerca, digita crea un punto di ripristino e premi Invio.

Passo 2: Passa alla scheda Protezione del sistema. Quindi fare clic sul pulsante Ripristino configurazione di sistema.

Passaggio 3: Vai con il punto di ripristino consigliato o scegline uno tu stesso con la seconda opzione. Quindi premere Avanti.

Da lì, segui le istruzioni sullo schermo per iniziare il processo.

dire no alla corruzione

Si spera che una delle soluzioni di cui sopra ti abbia aiutato a riparare quei file danneggiati in Windows 11 e le cose siano tornate alla normalità. Ma se stai ancora riscontrando lo stesso errore, potresti dover considerare il ripristino di Windows come ultima risorsa.