Skip to content

I 5 migliori modi per correggere la gestione del disco che non si carica in Windows 10

7 de Ottobre de 2021

Lo strumento di gestione del disco è responsabile dell’esecuzione di dischi rigidi, file system e volumi di unità. Aiuta a inizializzare nuove unità, modificare le lettere di unità, ridurre le partizioni ed espandere i volumi di base. Nella maggior parte dei casi, lo strumento di gestione del disco si carica senza problemi durante l’avvio. Tuttavia, ci sono casi in cui potrebbe non avviarsi correttamente. Se hai problemi di caricamento della gestione del disco, ci sono modi per risolverli.

I problemi con uno strumento di gestione del disco possono presentarsi in diversi modi:

  • La gestione del disco non si inizializza completamente.
  • La gestione del disco impiega troppo tempo per essere caricata.
  • La gestione del disco si inceppa durante il caricamento.
  • Viene visualizzato il messaggio di errore “Impossibile avviare il servizio dischi virtuali (VDS)” in Gestione disco.
  • Il messaggio di errore “Impossibile connettersi al servizio disco virtuale”.
  • Uno strumento di gestione del disco precedentemente in esecuzione smette improvvisamente di funzionare.

Fortunatamente, ci sono diversi modi per risolvere questi problemi. Segui queste soluzioni per rendere operativa la gestione del disco.

1. Correggi l’errore da Windows Service Manager

A volte la modifica dei tipi di avvio può correggere l’errore. È possibile visitare il gestore dei servizi per configurare i programmi per l’avvio automatico, manuale o disabilitare le applicazioni. Ecco come puoi farlo.

Passo 1: Apri la finestra di dialogo premendo i tasti Windows + R.

Passo 2: Digita services.msc e premi OK per accedere ai servizi di Windows.Esegui Service Manager Windows

Passaggio 3: Nel riquadro di destra, individua Remote Access Auto Connection Manager e fai doppio clic su di esso.Gestione connessione accesso remoto

Passaggio 4: Scorri verso il basso fino a Tipo di avvio e seleziona Disattivato. Premi Applica e poi OK per salvare le modifiche.

Tipo di avvio Gestione connessione accesso remoto

Passaggio 5: Torna alla finestra Servizi e fai doppio clic su Remote Access Connection Manager.

Passaggio 6: Imposta il tipo di avvio su Disabilitato e fai clic su Applica e OK per salvare le modifiche.

Passaggio 7: Torna alla finestra Servizi e tocca due volte l’opzione Disco virtuale.Gestore servizi disco virtuale

Passaggio 8: Seleziona Automatico o Manuale per il tipo di avvio e tocca Applica e OK.Tipo di avvio Proprietà del disco virtuale

Riavvia il computer e il problema relativo alla gestione del disco che non si carica dovrebbe essere risolto. In caso contrario, prova altre soluzioni.

2. Scollegare le unità esterne

Espelli Ricollega e riavvia Windows

Ci sono momenti in cui i dispositivi esterni collegati possono causare problemi di caricamento nella gestione del disco. In questi casi, scollegare i dispositivi può aiutare a risolvere il problema.

Dopo aver disconnesso i dispositivi, riavviare il sistema e confermare se lo strumento di gestione del disco viene caricato correttamente. È quindi possibile collegare il dispositivo uno dopo l’altro per confermare quale sta causando il problema.

3. Esegui scansione SFC

System File Checker (SFC) è uno strumento Windows integrato che analizza e corregge i file problematici sul tuo sistema. Ecco come puoi usarlo per risolvere i problemi di gestione del disco.

Passo 1: Nella barra di ricerca di Windows, digita Prompt dei comandi e seleziona Esegui come amministratore.Comando Cmd

Passo 2: Nella finestra del prompt dei comandi, digita questo comando sfc / scannow e fai clic su Invio.

Sfc scannow comando

Passaggio 3: Al termine del processo di scansione, esci dalla finestra del prompt dei comandi. Riavvia il computer e verifica se lo strumento di gestione del disco viene caricato correttamente.

4. Aggiorna Windows

L’esecuzione di una versione obsoleta di Windows può causare numerosi problemi. Uno di questi è che la gestione del disco non viene caricata correttamente. Per aggiornare Windows, segui questi passaggi.

Passo 1: Accedi a Impostazioni dal menu di avvio e fai clic su di esso.Impostazioni finestra 10

Passo 2: Scorri verso il basso e tocca Aggiornamento e sicurezza.Aggiornamento e sicurezza della configurazione di Windows

Passaggio 3: Cerca gli aggiornamenti disponibili nel pannello di destra. Fare clic su Download per installare le funzionalità più recenti.Download di Windows Update

5. Crea un nuovo account utente

A volte un account utente danneggiato può causare problemi durante il caricamento di uno strumento di gestione del disco. Per risolvere i problemi relativi ai profili utente difettosi, creare un nuovo account utente. Ecco come puoi farlo.

Passo 1: Apri la scheda Impostazioni e scegli Account.Account nelle impostazioni di Windows

Passo 2: Seleziona Famiglia e altri utenti nel riquadro di sinistra.

Passaggio 3: Vai al pannello a destra e fai clic su Aggiungi qualcun altro a questo PC.Crea nuovo account utente

Passaggio 4: Nella finestra successiva, tocca Non ho le informazioni di accesso di questa persona.Crea nuovo account utente non ha informazioni di accesso

Passaggio 5: Quindi fare clic su Aggiungi un utente senza account Microsoft.Aggiungi un utente senza un account Microsoft

Passaggio 6: Aggiungi il nome utente del nuovo utente e crea una password (opzionale). Fare clic su Avanti per completare il processo.Crea un nuovo nome utente per l'account utente

Dopo aver creato il nuovo account, cambialo. Nel nuovo account, conferma se la gestione del disco viene caricata correttamente. Se il problema viene risolto, sposta le cartelle nel nuovo account per evitare che si ripeta.

Risolvi il problema di gestione del disco

Un’altra soluzione al problema della gestione del disco è confermare lo stato dell’hardware. Cavi, lettori e disco rigido devono essere ben posizionati affinché gli strumenti di gestione del disco funzionino correttamente. In alternativa, chiedi a un tecnico di eseguire una diagnostica dell’integrità del computer. Questo per garantire che i tuoi dispositivi esterni non influiscano sulle prestazioni dei tuoi programmi.