Skip to content
IOS

-🔥 Recensione: il meglio e il peggio di iOS 11 🔥-

1 de Marzo de 2021

Uso lo sviluppatore beta di iOS 11 da circa una settimana sia sul mio iPhone 7 Plus che sull’iPad Pro. Sebbene non sia l’aggiornamento più completo di Apple, direi che è l’aggiornamento più interessante di Apple fino ad oggi. L’aggiornamento è molto rivelatore sulle priorità di Apple in un momento in cui molte persone hanno dei dubbi su di loro. Rafforza anche la visione di Apple dell’iPad come una macchina professionale seria.

iOS 11 è un punto di svolta assoluto per l’iPad. Foto: Apple

Sono impressionato da alcune delle fantastiche funzionalità che Apple ha portato a iOS 11, ma utilizzandolo sono decisamente sopraffatto anche da alcune aree chiave. Apple ha intensificato il suo gioco in molti modi, ma si è anche bloccato in diversi punti . Quindi entriamo nel meglio e nel peggio della versione di iOS di quest’anno.

Migliore: iPad Multitasking

Questo non è solo l’iPad al suo meglio, ma Apple al suo meglio. L’enorme quantità di potenza che Apple dà all’iPad in iOS 11 mostra che sta eseguendo la sua visione. E ha fatto molto bene. La nuova visualizzazione multitasking è brillante, mostra una griglia di finestre piuttosto che essere uno spreco dello schermo dell’iPad come con iOS 9. Mostra anche il Centro di controllo qui automaticamente e il nuovo dock.

Il nuovo dock cambia le regole del gioco. Ora puoi avere tutte le icone nel Dock quante ne vuoi sul tuo Mac. Inoltre, Apple mostra le tre applicazioni più recenti che hai usato a destra per cambiare rapidamente applicazione. Scorri in qualsiasi app per sollevare il dock. Quindi trascina e rilascia un’icona per aprire una mini finestra o avviare Split View. È ora teoricamente possibile avere due applicazioni in esecuzione fianco a fianco in Split View, una terza in modalità Slide Over che passa sopra le due e un video picture-in-picture riprodotto contemporaneamente.

Parlando di drag and drop, funziona perfettamente. Puoi trascinare quasi tutti i contenuti da un’applicazione all’altra con la stessa facilità con cui puoi immaginare.

L’iPad ora sembra finalmente in grado di resistere al Mac. Preferisco ancora il mio Mac per il multitasking e la digitazione, ma iOS 11 riduce la distanza tra i due.

Migliore: Centro di controllo personalizzabile


Control Center è ora personalizzabile. Ho aggiunto un accesso rapido alle mie luci HomeKit, alla modalità di risparmio energetico e al telecomando di Apple TV e alla modalità Non disturbare durante la guida. Quest’ultimo non sembra ancora funzionare nella versione beta di iOS 11. Tuttavia, è bello avere una scelta.

In Impostazioni, tocca Centro di controllo per aggiungere nuove funzionalità o rimuovere quelle esistenti a seconda delle scorciatoie desiderate.

Detto questo, l’aggiunta di tutte queste scorciatoie trabocca rapidamente dal Centro di controllo ed è piuttosto ingombra per cominciare. Ma questa è una discussione per più avanti in questo articolo.

Migliore: App Store ridisegnato

L’App Store ridisegnato è stupendo. Segue gli stessi principi di progettazione di Apple Music e News e aggiunge molte nuove funzionalità. Adoro la visualizzazione Oggi e sono così entusiasta di poter scoprire nuove app e vedere le loro storie. Tuttavia, vorrei che mostrasse più “carte” sullo schermo contemporaneamente. Ma gli elenchi e i video hanno già molto da offrire.

Inoltre, la chiara distinzione tra applicazioni e giochi era qualcosa che veniva da lontano. Entrambi ora vivono nelle proprie schede e hanno i propri grafici. Ciò dovrebbe migliorare la rilevabilità delle applicazioni legittime, poiché le applicazioni legittime erano spesso sepolte sotto i giochi in cima alle classifiche.

Il nuovo design è pulito e funzionale. Apple ha faticato a raggiungere entrambi negli ultimi anni, ma qui ha trovato l’equilibrio.

Migliore: funzionalità sociali di Apple Music

Sono sorpreso che sia stato minimizzato. Forse perché Apple ha tentato più volte di rendere social i suoi servizi musicali in passato e ha fallito miseramente. Ti ricordi il ping di iTunes? Anche Apple Music Connect? Bene, ora Apple non lo nomina. Si tratta semplicemente di aggiungere funzionalità social ad Apple Music consentendo agli utenti di creare profili che includono la musica riprodotta di recente e le loro playlist.

Adoro questo. La caratteristica che mi manca di più di Spotify è stata la possibilità di vedere cosa stavano ascoltando i miei amici e ora con Apple Music posso farlo di nuovo. Inoltre, posso anche visualizzare e scambiare playlist. L’integrazione sociale ha ancora bisogno di lavoro, ma per ora sembra che Apple stia facendo un passo nella giusta direzione. Infine.

Peggio: il brutto centro di controllo

È solo una combinazione apparentemente casuale di pulsanti, griglie e cursori.

Non ho molto da dire su questo, a parte il fatto che il Centro di controllo è davvero brutto. Sul serio, Apple, chi ha lasciato questa nave? È solo una combinazione apparentemente casuale di pulsanti, griglie e cursori. È così terribilmente unito e ora è più difficile trovare i controlli. Apprezzo la personalizzazione e capisco che è difficile mantenere un buon design quando entrano in gioco le personalizzazioni, ma sicuramente ci deve essere un modo migliore. Si prega di scoprire a cosa serve quando iOS 11 arriverà al pubblico.

Il peggio: combinazione di blocco schermo e centro notifiche

Non ero interessato al Centro notifiche in iOS 10 perché raggruppava tutte le mie notifiche in una categoria “Recenti”, che si è sporcata molto rapidamente. Ma ho pensato che Apple avrebbe migliorato questo con iOS 11. Si è scoperto che hanno solo peggiorato la situazione.

Foto: Apple

Il Centro notifiche e la schermata di blocco sono ora un’unica entità. Se scorri verso il basso dalla schermata principale, otterrai essenzialmente una schermata di blocco con le notifiche. Ma più scomodo è il fatto che per qualsiasi notifica “vecchia”, devi scorrere verso l’alto per vedere le altre. Ora sono due passaggi per vedere tutte le tue notifiche invece di una.

Non ho ancora capito come alcuni fanno il taglio sul primo schermo e altri vengono spinti verso il basso per richiedere un altro colpo. Né ha senso unire queste due diverse funzionalità a cui i clienti erano già abituati e con le quali non avevano problemi di usabilità.

Peggio: nessun FaceTime di gruppo ancora

Sono così deluso. Sono passati sette anni da quando Apple ha debuttato FaceTime ed è ancora impossibile avviare una chiamata FaceTime con più di due persone. Le videoconferenze di gruppo esistono sui computer da almeno un decennio. Capisco che la durata della batteria ne soffrirebbe e che anche la qualità sulle reti non basterebbe, ma indovina un po ‘: la durata della batteria è già piuttosto bassa sui dispositivi Apple e il gruppo FaceTime potrebbe essere limitato al Wi-Fi.

Fortunatamente, Houseparty è apparso durante il mio duello per ricordarmi che il gruppo “FaceTime” esiste effettivamente su iOS.

Se le app di terze parti possono farlo, perché non può Apple?

Peggio: opportunità persa con Siri

Siri ha ottenuto un bel aggiornamento alla qualità della voce e alcuni piccoli miglioramenti, ma le persone si aspettavano qualcosa di più grande. Siri è molto indietro rispetto ad Alexa e Google Home a questo punto. È più lento e non così preciso. Apple non ha migliorato affatto questi fondamentali con iOS 11.

Tuttavia, c’è un raggio di speranza. Poiché Apple sta rilasciando l’HomePod, che è essenzialmente hardware dedicato a Siri, ha più incentivi a migliorare Siri in futuro. Si spera che questi miglioramenti arriveranno prima piuttosto che dopo.

Sei nella versione beta di iOS 11 o stai solo verificando le nuove funzionalità? Dacci la tua opinione nei commenti.

Ultimo aggiornamento 15th Novembre 2022