Skip to content

-🔥 Google offre un modo per rilevare la depressione clinica attraverso i risultati di ricerca 🔥-

27 de Febbraio de 2021

Google, il motore di ricerca di oltre il 70% degli utenti Internet in tutto il mondo, ha ampliato la sua capacità di aiutare gli utenti, poiché ora aiuterà a diagnosticare la depressione quando qualcuno la cerca.

Ora, ogni volta che un utente cerca “depressione clinica” su Google per dispositivi mobili, vedrà un “pannello informativo” che gli darà la possibilità di verificare se è clinicamente depresso tramite un questionario online.

Google utilizza il PHQ-9, un questionario clinicamente convalidato che aiuta a monitorare il livello di depressione. Il gigante della Silicon Valley ha collaborato con la National Alliance on Mental Illness (NAMI) per garantire che le informazioni condivise nel questionario siano accurate e utili.

Questa funzionalità è attualmente in fase di implementazione negli Stati Uniti.

La National Alliance ha anche affermato che circa un americano su cinque soffre di depressione e solo il 50% delle carcasse viene trattato.

“La depressione clinica è una condizione molto comune. Eppure, nonostante la sua prevalenza, solo circa il 50 per cento delle persone con depressione effettivamente ricevono un trattamento”, ha detto NAMI.

Altro in Notizie : Hai una domanda scottante? Chiedi in Google Maps o Ricerca

“Per aumentare la consapevolezza di questa malattia, abbiamo collaborato con Google per fornire un accesso più diretto a strumenti e informazioni alle persone che potrebbero soffrire”, hanno aggiunto.

Gli utenti possono utilizzare il questionario PHQ-9 che è disponibile direttamente attraverso i risultati di ricerca di Google per ottenere un’opinione più informata sulla loro depressione prima di contattare un medico al riguardo.

“La depressione clinica è una condizione curabile che può influenzare molti aspetti della vita di una persona. Ci auguriamo che pubblicando queste informazioni su Google, più persone diventeranno consapevoli della depressione e cercheranno un trattamento per recuperare e migliorare la loro qualità di vita”, ha concluso NAMI.

In che modo questo aiuta?

Pertanto, Google è il motore di ricerca più popolare in tutto il mondo, così come negli Stati Uniti. Il problema principale della depressione sembra essere la mancanza di diagnosi, che fa passare molti casi inosservati e anche, soprattutto, perché le persone li trattano come una cosa banale.

NAMI ha anche affermato che, in media, le persone con sintomi di depressione subiscono un ritardo da 6 a 8 anni nel ricevere il trattamento dopo che i sintomi iniziano a comparire.

Leggi anche : Annoiato di Ricerca Google? Prova la tua ricerca misteriosa

L’intervento di Google in materia può aiutare ad aumentare la visibilità sull’argomento e a convincere più persone a fare l’autodiagnosi.

Questa caratteristica non ha effetti negativi, è una situazione vantaggiosa per tutti. Coloro che soffrono di depressione clinica saranno informati della loro situazione e coloro che non lo sono saranno probabilmente più informati rispetto a prima del questionario.

Ultimo aggiornamento 14th Novembre 2022