Skip to content

-🔥 Come utilizzare Google 2FA senza telefono 🔥-

23 de Febbraio de 2021

Da alcuni anni le carcasse di rapimenti di alto profilo sono in aumento. Utilizzare solo la password tradizionale per bloccare l’account Google è come illuminare un faro per rilevare possibili furti di dati e identità. Di recente, diversi account YouTube sono stati compromessi. Gli hacker sono riusciti a rubare i tuoi dati perché i proprietari utilizzavano le password tradizionali, invece di utilizzare l’autenticazione a due fattori standard.
>

Per questo motivo, incoraggiamo tutti a utilizzare l’autenticazione a due fattori (2FA) per gli account Google.

Per chi non lo sapesse, questo è un semplice passaggio in cui viene introdotto un secondo livello di sicurezza. Può essere sotto forma di verifica tramite SMS o verifica tramite chiamata. Quindi, se qualcuno cerca di accedere al tuo account, la chiave definitiva per il controllo dell’account è nelle sue mani piuttosto che nelle tue.

Quando si tratta di autenticazione a due fattori da Google, offre due modi predefiniti: un prompt sul dispositivo secondario e tramite SMS. Quando vuoi accedere al tuo account, inserisci la password e attendi che venga chiesto. Colpiscilo e voilà!

Tuttavia, potrebbe non funzionare come previsto ogni volta. Ad esempio, se non hai accesso a SMS o chiamate, potresti non essere in grado di accedere al tuo account. O peggio ancora, se il tuo dispositivo principale viene rubato.

In tali circostanze, i codici di backup di Google possono fungere da backup effettivo per salvare la giornata.

Cosa sono i codici di backup 2FA di Google?

I codici di backup di Google 2FA sono una stringa di numeri utilizzati per autenticare l’account quando non è possibile accedere ai codici di verifica. Google genera un totale di 10 codici alla volta e desidera che tu li conservi in ​​un luogo sicuro, che puoi visitare a tuo piacimento.

Puoi anche generare un secondo lotto di numeri se pensi che ci sia qualcosa di strano nel primo lotto.

Come impostare i codici di backup di Google 2FA

Passo 1: Accedi utilizzando il tuo account Google principale e accedi alla verifica in due passaggi di Google.

Visita la verifica in due passaggi di Google

Una volta dentro, fai clic sul pulsante Start. Se hai già impostato 2FA, vedrai la data in alto.

Oltre a questo, vedrai anche gli altri metodi 2FA già esistenti per il tuo account. Nel mio caso, avevo già abilitato Google Prompt e la verifica tramite SMS.

Passaggio 3 : Successivamente, scorri verso il basso fino a visualizzare l’opzione Codici di backup. Tocca Configura e sarai accolto con un mucchio di cifre casuali.

Passaggio 4 : Ora, tutto ciò che devi fare è toccare il pulsante Download ei numeri menzionati verranno scaricati in un file di testo nella cartella Download sul tuo PC.

Per generare un nuovo gruppo di numeri, fai clic sul pulsante Ottieni nuovi codici e un nuovo gruppo di numeri ti accoglierà.

Suggerimento professionale : I codici di backup vengono sempre scaricati con un nome file come codici di backup-[username].TXT. Giusto per essere sicuri, è una buona idea rinominare il file. Per i paranoici, puoi sempre comprimere il file utilizzando la crittografia a 256 bit.

Come utilizzare Google 2FA senza un telefono

Passo 1: La prossima volta che ti trovi in ​​una situazione in cui non puoi utilizzare il prompt di Google predefinito o il metodo di verifica SMS, niente panico. Accedi al tuo account e fai clic sul pulsante Prova in un altro modo.

Passo 2 : Vedrai tutti i metodi attivati ​​nella pagina di accesso. Come avrai già intuito, dovrai fare clic sull’opzione dei codici di backup a 8 cifre.

Inserisci uno dei codici dall’elenco che hai scaricato in precedenza e il gioco è fatto. Se il codice è corretto, potrai accedere rapidamente al tuo account.

Una volta utilizzato un codice, Google 2FA lo cancellerà. Tuttavia, questi codici sono le tue password e devi assicurarti di memorizzare questi codici per proteggere le tue password.

Come eseguire il backup dei codici 2FA di Google

1. Google Keep

Se il tuo telefono ti consente di bloccare le tue app con le impronte digitali, puoi conservare tutti i codici salvati in un file Keep. E per portarlo a un livello superiore, assegna una casella di controllo a ciascuna voce in modo da poter contrassegnare facilmente i codici utilizzati.

Di nuovo, dovresti usarlo solo quando l’applicazione in questione può essere bloccata (e aperta solo da te).

2. Gestore password: DashLane

I gestori di password come Dashlane sono dotati di un deposito sicuro in cui puoi archiviare in modo sicuro chiavi, password e codici. Chiamata Secure Notes, questa funzione memorizza queste chiavi e codici mentre memorizza le tue password.

Per accedere alle note protette, apri l’applicazione Web, apri il menu a sinistra e tocca l’opzione Note protette. È tutto.

Allo stesso tempo, assicurati di proteggere il gestore delle password con una password complessa.

3. Annotali

Lo so, non dovresti digitare le password. Ma a volte l’elettronica può guastarsi e potresti non avere accesso al tuo gestore di password o all’app delle cose da fare.

Ed è allora che una copia fisica viene in tuo soccorso. Assicurati di conservarlo in un luogo adatto.

I dati sono la nuova valuta

Ultimamente, la frase è diventata popolare: i dati sono la nuova valuta. Pertanto, è della massima importanza proteggerlo con un secondo livello di sicurezza, il che significa autenticazione a due fattori. Allo stesso tempo, devi anche assicurarti di non essere all’oscuro quando 2FA fallisce. In momenti come questi, i codici di backup verranno in tuo soccorso.

Il prossimo: Vuoi aumentare la sicurezza del tuo account? Leggi il seguente post per scoprire alcune delle migliori app 2FA.